giovedì 22 agosto 2019

Santorini

Per festeggiare il mio compleanno abbiamo scelto di andare a Santorini con un viaggio organizzato. Avendo solo una giornata a disposizione abbiamo preferito non andare per conto nostro, in modo da avere già qualche riferimento per la visita.

Per fortuna l'escursione era molto libera e, a parte i trasferimenti da un luogo all'altro, potevamo andare ovunque nei paesi che abbiamo visitato.

Il traghetto ha impiegato circa 2 ore e mezza per portarci fino a Santorini. Viaggio abbastanza comodo, ma con l'aria condizionata un po' troppo intensa (tanto che ci siamo presi un bel raffreddore tutti e due).

La prima tappa è stata Oia, il paese nella punta più a nord dell'isola principale. È famoso soprattutto per i tetti di colore blu che spiccano sulle case di un bianco intenso.
Purtroppo la realtà è che questi tetti sono pochissimi e solo da uno o due punti del paese si riescono a vedere bene (tra l'altro generalmente sono tetti di chiese e non di case).

mascalx mascalx mascalx

Per la maggior parte, gli edifici sono ormai alberghi, ma il paesino è molto caratteristico.

Il secondo posto visitato è Fira, la città principale di Santorini. Per certi versi molto simile a Oia, con tante viuzze strette, ma decisamente più grande.

Qui abbiamo pranzato al ristorante 1550 BC, consigliato dalla nostra guida, con una insalata tipica di Santorini e un purè di fava, accompagnati dalla birra locale.


Dopo pranzo abbiamo girato per la città ammirando il panorama veramente fantastico che si può vedere da questo luogo.


Infine di nuovo in traghetto per tornare a Heraklion, dove abbiamo cenato per la seconda volta al McDellys.


Nessun commento:

Posta un commento