mercoledì 19 ottobre 2016

Svegliarsi in paradiso

Davvero, non lo si può descrivere a parole e le foto non bastano a capire. Bisogna provare per sapere come ci si sente a svegliarsi, aprire la finestra e trovarsi di fronte a un paesaggio come questo:


La giornata l'abbiamo trascorsa praticamente tutta in spiaggia, testimoni tra l'altro di quanto può scendere e risalire la marea (dicono che l'escursione massima qui sia di circa 4 metri).
Con la bassa marea siamo stati sugli scogli che sono letteralmente sbucati dal mare, trovando paguri a decine, pesci, granchietti, cetrioli di mare e polipi con tentacoli sui 10cm.
L'acqua è ovviamente di un colore incredibilmente bello e totalmente trasparente!

Nel pomeriggio una visita ai giardini. Abbiamo conosciuto la splendida tartaruga di 150 anni Carolina e abbiamo visto i lemuri. Purtroppo questi non avevano fame e hanno preferito restare a poltrire sui rami.

Domani ci aspetterà il briefing per la gita di venerdì (profondo blu) e il pomeriggio andremo in cima al monte Passot per ammirare il tramonto...

Nessun commento:

Posta un commento